Agenzia delle Entrate: occhio alle e-mail fasulle!

Prosegue la rassegna delle false e-mail provenienti dall'Agenzia delle Entrate...stavolta titolate "attività di contrasto all'evasione".

Sebbene apprezzabile il tema e la tempestività (il 2 dicembre è data di "ingorgo" delle scadenze fiscali), per approfittare della disattenzione degli operatori, già da un’analisi del testo è possibile rilevare alcuni elementi incoerenti, fra cui:
- “Ciao” di apertura, poco coerente con il mittente istituzionale;
- Alcuni errori nel testo (soprattutto accenti);
- Link inesatto al sito dell’AdE per scaricare il documento (non è un dominio .gov.it).

La diffusione all’interno della propria organizzazione dell’alert relativo a questa finta comunicazione (così come ad altre) persegue la finalità di aumentare la consapevolezza e la sensibilizzazione degli operatori.

Essere GDPReady è...saper riconoscere le false email.

Commenti