Chiarimento del Garante su trattamenti da sottoporre a DPIA


Attraverso un chiarimento il Garante ha indicato come i trattamenti dei nn. 6, 11 e 12 dell'Elenco dei trattamenti da sottoporre a valutazione d'impatto, ovverosia:
  • Trattamenti non occasionali di dati relativi a soggetti vulnerabili (minori, disabili, anziani, infermi di mente, pazienti, richiedenti asilo)
  • Trattamenti sistematici di dati biometrici, tenendo conto, in particolare, del volume dei dati, della durata, ovvero della persistenza, dell’attività di trattamento.
  • Trattamenti sistematici di dati genetici, tenendo conto, in particolare, del volume dei dati, della durata, ovvero della persistenza, dell’attività di trattamento.
vadano riferiti, perché vi sia l'obbligo di cui all'art. 35.4 GDPR, anche all'ulteriore criterio di rischio elevato della "larga scala" (già indicato dal fu art. 29WP, ora EDPB).

Commenti