Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2018

Best Wishes - fail and get up

Immagine
Fine anno è tempo di bilanci. Chiusure. Aperture. Nuovi progetti. Sogni infranti. Melanconia. Speranza. Senso di realizzazione.

Si parla spesso di storie di successo, senza citare quanti fallimenti si incontrano sulla propria strada e quanta forza ci vuole per rialzarsi. Ogni anno per un giovane (neanche più di tanto, quando si hanno più di trent'anni) è paura. Non farcela, pensare di dover chiudere l'attività, vedere che altri che hanno conquistato una propria posizione di mercato fanno offerte sottocosto per uccidere i newcomers e far macelleria sociale. E lì sei spaventato. Ti chiudi e non pensi a fare rete. Anzi: non fai nulla per quel timore indotto e l'elevata pressione sociale. E soffochi lentamente. Magari ti pieghi anche a logiche alienanti.

Auguro ai miei coetanei di affrontare quella paura.
E di imparare a fare rete. Creare sinergie.
Non per sopravvivere ma per poter fare, creando la nostra opportunità di costruire.

Io sono e sarò sempre ben disposto a collabor…

Regole deontologiche: approcci..."estremi"

Immagine
Tutti gli approcci più estremi alle recenti regole deontologiche verificate dal Garante...


...da aggiornare al momento in cui arriveranno le consultazioni pubbliche.

Consenso diabolico

Immagine
Si è parlato spesso di quel...Diavolo di consenso.

Argomento complesso, in quanto interseca più discipline.
Per affrontare un discorso a riguardo con pretese di completezza, ne verrebbe quanto meno una monografia.

Ho raccolto gli spunti della serie in un comodo post. Come è tradizione, ogni chiusura d'anno è tempo di recap e nuovi propositi.

Parte 1: Libero consenso e contrattoParte 2: Consenso e assenza di pregiudizioParte 3: Consenso granulare e specificoParte 4: Consenso informatoParte 5: Consenso digitale e minoriParte 6: Consenso e contesto lavorativo
Spoiler: ulteriori spunti (consenso in ambito sanitario) sono in corso di lavorazione.

Per altri, attendo l'ispirazione del momento fornita da una conversazione, un accadimento, una novità di legge, ma soprattutto un adeguato accompagnamento musicale.

Essere GDPReady è...cogliere il senso del consenso.

Quel...Diavolo di consenso (parte 6)

Immagine
Parte 6: Consenso e contesto lavorativo

Il consenso al trattamento dei dati personali del lavoratore non va limitato alla sola disciplina della protezione dei dati personali, ma incontra necessariamente la disciplina giuslavoristica. Argomento complesso, non esauribile in pochi punti. In sintesi è comunque possibile individuarne i principali, ciascuno da approfondire in relazione al contesto specifico di applicazione.

Il problema del consenso nel contesto lavorativo è individuato dall'Art.29WP (linee guida sul consenso - WP 259) nello squilibrio di potere:
"Data la dipendenza risultante dal rapporto datore di lavoro/dipendente, è improbabile che l’interessato sia in grado di negare al datore di lavoro il consenso al trattamento dei dati senza temere o rischiare di subire ripercussioni negative come conseguenza del rifiuto. È improbabile che il dipendente sia in grado di rispondere liberamente, senza percepire pressioni, alla richiesta del datore di lavoro di acconsentire, ad e…

Autorizzazione al Trattamento dei Dati Personali e CV

Immagine
A riguardo c'è già chi ha detto tutto, eppure ancora si vedono queste famigerate autorizzazioni.

Spesso, sono richieste come requisito per partecipare alla procedura di selezione.

Ironico perché il rifiutarsi di prestare un consenso insensato porta alla discriminazione di fatto.

Sarebbe bene promuovere una cultura di data protection anche per la corretta circolazione (e impiego, nonché valorizzazione) dei dati personali.

Quel...Diavolo di consenso (parte 5)

Immagine
Parte 5: Consenso digitale e minori

Consenso digitale e minori: binomio particolarmente complesso, in ragione dell'intersecarsi della disciplina (speciale) in materia di protezione dei dati personali con la disciplina (generale) della capacità giuridica, nonché della responsabilità e rappresentanza genitoriale.

L'esigenza di particolare protezione è richiamata dal considerando n. 38, in ragione della posizione maggiormente vulnerabile del soggetto minore:
I minori meritano una specifica protezione relativamente ai loro dati personali, in quanto possono essere meno consapevoli dei rischi, delle conseguenze e delle misure di salvaguardia interessate nonché dei loro diritti in relazione al trattamento dei dati personali. Tale specifica protezione dovrebbe, in particolare, riguardare l’utilizzo dei dati personali dei minori a fini di marketing o di creazione di profili di personalità o di utente e la raccolta di dati personali relativi ai minori all’atto dell’utilizzo di servizi fo…

Game of databreach(es) - Atto Primo

Immagine
Quali sono le azioni da intraprendere in caso di data breach? Quali misure preventive adottare, invece?

Prima di approfondire è meglio rispondere ad una domanda essenziale, la prima della saga: cosa è un data breach?

L'art. 4 fornisce la seguente definizione:
violazione di sicurezza che comporta accidentalmente o in modo illecito la distruzione, la perdita, la modifica, la divulgazione non autorizzata o l'accesso ai dati personali trasmessi, conservati o comunque trattati; La definizione è integrata dall'art. 32 e il considerando n. 83 secondo cui, ai fini della valutazione di rischio e la predisposizione delle (contro)misure di sicurezza, di "tenere in considerazione i rischi presentati dal trattamento dei dati personali, come la distruzione accidentale o illegale, la perdita, la modifica, la rivelazione o l’accesso non autorizzati a dati personali trasmessi, conservati o comunque elaborati, che potrebbero cagionare in particolare un danno fisico, materiale o immate…

Privacy by Dadaism - Consensi insensati

Immagine
Sempre più diffusi, indiscreti e neanche troppo sottili si ammassano richieste di consenso/autorizzazione al trattamento di dati personali decisamente...insensati.

Spesso irragionevoli, privi di logica, si affastellano in veri e propri castelli di carta che il titolare del trattamento dovrà conservare, ma soprattutto gestire.



Cosa fare difatti se un consenso insensato viene revocato?
Cosa scrivere nell'informativa?
Come fare se ad esempio l'interessato presta il consenso alla prestazione ma non alla fatturazione?

Se alcune domande non possono avere una risposta sensata, forse è meglio fare un passo indietro e chiedersi se non si è compiuto un errore nella valutazione preliminare consenso-centrica.

Gli errori più frequenti riguardano un consenso richiesto...

nonostante una diversa base giuridica individuata o individuabile;"per conto" di terze persone (del tipo: acconsente all'impiego dei dati dei suoi familiari), in spregio non solo al pensiero giuridico ma ignorand…