GDPR: nessuna proroga

 Il Garante è lapidario sul punto: nessun differimento per ispezioni e sanzioni, in quanto nessuna proroga è possibile per l'applicazione del GDPR.

Sebbene l'idea del "grace period" sia allettante, bisogna fare attenzione: non significa che il Garante si asterrà dall'esercitare i propri poteri di indagine, correttivi e sanzionatori.


Commenti